Ricetta della Parmigiana di melanzane


Ingredienti (per 6 persone)

1,5 Kg. melanzane

1/2 cipolle

150 gr. parmigiano reggiano

500 gr. caciocavallo

100 gr. sale grosso

1 spicchio d'aglio

1,4 lt. di passata di pomodoro

2 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro

1 dl. olio di oliva

100 gr. sale grosso (per spurgare le melanzane)

qualche foglia di basilico

sale fino e pepe q.b.

Baccalà in guazzetto

Preparazione

Prima di tutto iniziate dal sugo di pomodoro: in una padella versate un filo d'olio, aggiungete l'aglio e la cipolla tritati facendo soffriggere per qualche minuto; dopodiché aggiungete la passata e il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua, salate e pepate a piacere lasciando bollire il tutto fino all'addensamento del sugo (una volta addensato, aggiungete le foglioline di basilico).


Lavate e asciugate le melanzane, spuntatele e tagliatele a fette di circa 1 centimetro di spessore per il verso della lunghezza disponendole a strati in uno scolapasta capiente e cospargendo ogni strato di sale grosso.


Lasciate risposare le melanzane per almeno 1 ora, in modo che possano espellere una buona parte del liquido amarognolo che le caratterizza, dopodiché sciacquatele accuratamente sotto l'acqua corrente e asciugatele per bene.


Nel frattempo tagliate il caciocavallo a fette sottili.


In una padella ampia versate abbondante olio di semi, quindi friggete le melanzane; giratele da entrambe i lati poi scolatele su un foglio di carta assorbente, tamponandole con altra carta assorbente; poi ungete una pirofila piccola con dell'olio e cospargete il fondo con un po' di sugo.


Adagiate tre fette di melanzane, un po' di salsa, del Parmigiano grattugiato e uno strato di fette di caciocavallo.


Ponete un altro strato identico e proseguite fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con le melanzane e coprendo con il sugo rimasto e il Parmigiano grattugiato.


Infornate in forno preriscaldato a 200° per 40 minuti.


Una volta cotta, lasciate la Parmigiana di melanzane in forno spento in modo che riposando si rapprenda meglio, poi sfornatela e servitela tiepida oppure fredda.


Scrivi commento

Commenti: 0